Mamma…si torna a scuola!

 In Crescita, Maternità e Lavoro

Questa seconda di Settembre, è la settimana in cui tutto riprende il “via”: il lavoro, lo sport, la routine….e per gran parte dei genitori-bambini-insegnanti: la scuola!

Da domani tante, tantissime mamme ricominceranno la lotta contro il tempo per riuscire a tirar giù dal letto e poi fuori casa, puliti, profumati e colazionati (passatemi il termine) i rispettivi eredi….nella speranza di arrivare poco prima del suono della campanella almeno il primo giorno, consapevoli, del resto, di quanto sarà ardua questa impresa, nei prossimi mesi.

Oggi, con l’augurio che sia una buona ri-partenza per tutti/tutte, vi descrivo le tipologie di mamma che più spesso capita di incontrare a scuola:

  • La mamma ansiosa:

Nella borsa di suo figlio ci trovi quattro tenute di ricambio, due tubetti di crema solare, un kit di pronto soccorso completo, merendine per un mese…chiede alle insegnanti il resoconto dettagliato della giornata tutti i pomeriggi dopo la scuola. Controlla suo figlio in ogni angolo quando lo va a prendere la sera (per assicurarsi che non abbia ferite di cui l’insegnante non si è accorta).

  • La mamma zen:

Sorride sempre, anche quando arriva in ritardo al mattino (cosa che accade spesso). Non chiede mai com’è andata la giornata di suo figlio: “Finché sorride, va tutto bene”. Si adatta, si fida delle insegnanti, offre il suo aiuto per le uscite e non critica mai. Quando suo figlio si fa male, risponde. “C’est la vie, ricapiterà!”

  • La mamma psicologa:

Analizza tutto! Il comportamento di suo figlio ma anche quello degli altri (e anche quello degli altri genitori e delle insegnanti…). Quando le dite che suo figlio ha picchiato qualcuno, risponde: “È normale, è in piena fase edipica, e sfoga la rabbia e la frustrazione sugli altri” (ah, ok, allora va tutto bene…si fa per dire). Chiede tutti i giorni se suo figlio gioca con gli altri e chi sono i suoi amici. Trova un significato nascosto in tutti i disegni della sua prole. “Si nota chiaramente l’egocentrismo al suo apice nelle proporzioni del viso dell’uomo!”…

  • La mamma di una famiglia numerosa:

Restituisce il libretto per le comunicazioni scuola-famiglia con due settimane di ritardo perché lo aveva perso (per poi ritrovarlo nella cuccia del cane). Poi, a volte, si confonde e consegna il libretto del figlio più grande. Non s’intrattiene mai a scuola al mattino perché non ha tempo. Ha le occhiaie e corre dappertutto! È molto affettuosa perché umana e comprensiva.

  • La “working mum”:

Non si vede tanto spesso perché i suoi figli sono sempre al nido. Quando convocano una riunione, è disponibile soltanto dopo le 19 o il sabato mattina. Non sorride molto, è sempre al telefono. Spesso parcheggia a casaccio in doppia fila, sulle strisce pedonali (non c’è tempo!). Ama i suoi figli ma anche il suo lavoro, quindi a volte si sente divisa in due.

  • La mamma single:

Ci sono mattine in cui ha difficoltà a lasciare suo figlio perché sa che lo rivedrà soltanto la settimana successiva. Va nel panico quando programmano delle uscite all’ultimo momento perché dovrà telefonare al padre (“uff…!”). Coccola tantissimo il figlio, gli dice che lo ama tutti i giorni. Capita che sia giù di corda, così spesso va a parlare con le insegnanti.

Prendendo con il sorriso queste descrizioni, nella realtà, queste donne, così diverse, hanno come unico punto in comune il fatto di essere madri. La scuola le riunisce, e a volte è proprio qui che instaurano amicizie sincere. Dato che sono mamma anche io, le capisco… anche se non so quale tipologia mi rappresenta di più. Forse un po’ tutte!

E tu? Che tipo di mamma sei? Domani come sarà il TUO rientro a scuola?

In ogni caso, in bocca al lupo!!

Lascia un Commento