Io Mamma, ritorno al mio lavoro.

 In Maternità e Lavoro

Sei diventata mamma, hai passato mesi ad occuparti di quel piccolo esserino che ha completamente cambiato la tua vita, dettando nuovi ritmi, equilibri ed abitudini. Ormai la fase “critica” è passata, e diventa più vicino di quanto potessi immaginare il momento in cui tornerai a lavoro, alla tua scrivania, nel tuo ufficio, con i tuoi colleghi. Dovrai riabituarti alle pause che da qualche mese non ti concedi: le pause caffè per raccogliere le idee prima della riunione e le pause pranzo che tanto light non sono mai state.

E’ ora di rientrare: alcune accortezze possono fare la differenza.

  • L’ideale sarebbe concordare un part-time, per giorni e/o per orari, per rendere graduale sia la ripresa, sia il distacco dal bebè. Secondo la nuova riforma del lavoro infatti, in alternativa al congedo parentale i genitori possono chiedere di lavorare part-time al 50% dell’orario abituale, per un massimo di 10 mesi, per poi tornare all’orario pieno.
  • Non appena ripresa l’attività, è meglio fare un bilancio onesto delle proprie competenze e mettere una marcia in più: specializzarsi, formarsi, aggiornarsi rispetto ai cambiamenti avvenuti.
  • Ricordati sempre di mettere in campo anche i plus che la maternità regala: la flessibilità, la pazienza, la comprensione, la gestione ottimale e più proficua del tempo a disposizione.
  • Ricordati inoltre una cosa importante: cerca di ottimizzare il tempo al lavoro concentrandoti solo su questo evento ed evitando di monopolizzare le conversazioni parlando dei figli…ossia, concentrati e stacca la spina dal ruolo di mamma, qui ed ora sei una professionista!

Lascia un Commento